Eiaculazione precoce: quanto colpisce?

L’eiaculazione precoce è un disturbo sessuale diffuso che interessa il 20-40% degli uomini. I dati sulla frequenza del problema mostrano una certa variabilità legata a difformità nella definizione clinica del disturbo

L’eiaculazione precoce, un disturbo caratterizzato da eiaculazione che avviene con una minima stimolazione sessuale prima o subito dopo la penetrazione, è un problema sessuale difficile da gestire sia dal punto di vista psicologico per chi ne soffre e per il/la partner, sia dal punto di vista della diagnosi e della terapia per il medico.

Altrettanto difficile è avere un quadro preciso e realistico della diffusione del problema “eiaculazione precoce” nella popolazione maschile, essenzialmente per 2 motivi: il primo è legato a differenze e alla non univoca definizione del disturbo che consente una diagnosi corretta ed attendibile dell’eiaculazione precoce. Il secondo è che una parte di coloro che soffrono di eiaculazione precoce tende a non parlarne e a tenersi segreto il problema per imbarazzo e senso di vergogna, senza rivolgersi al medico o allo specialista andrologo e adottando spesso rimedi “fai da te”.

Nel momento in cui si affronta la diagnosi di eiaculazione precoce occorre difatti tenere conto alcuni aspetti “fisiologici” legati alla crescita dell’organismo maschile. Quando i ragazzini raggiungono la pubertà e iniziano ad avere esperienze sessuali, il periodo di tempo con cui raggiungono l’orgasmo e la capacità di controllare volontariamente l’eiaculazione variano parecchio nel corso della crescita; e questa variabilità fa parte della normale maturità sessuale. Inoltre va sottolineato che la capacità di controllare l’eiaculazione e il tempo con cui la si raggiunge dipendono da soggetto a soggetto, dal/la partner e dalla contingente situazione erotica. Senza contare poi che anche i social media, gli interessi culturali e l’astinenza possono condizionare significativamente la sfera sessuale. Tutto ciò aiuta a capire che la definizione di eiaculazione precoce come condizione patologica può non essere necessariamente corretta e quindi questo contribuisce a rendere imprecisa la fotografia che si scatta per avere un quadro preciso della diffusione del problema.

Fatte queste premesse, i dati attualmente a disposizione indicano che l’eiaculazione precoce affligga il 20-40% della popolazione maschile. In un’indagine basata su contatti telefonici e condotta in Italia, circa il 15% delle chiamate era per problemi di eiaculazione precoce e la fascia d’età degli interessati era compresa tra 26 e 35 anni. Risultati simili sono stati ottenuti da uno studio su soggetti che contattavano telefonicamente o per e-mail un servizio di assistenza sessuale britannico. Sebbene la gran parte dei visitatori al sito web di questo servizio fosse del Regno Unito, una parte consistente dei contatti proveniva dagli Stati Uniti, Singapore, Canada e India. Il motivo del contatto era l’eiaculazione precoce nel 16% dei casi e la fascia d’età interessata dal problema era compresa tra i 31 e i 40 anni.

Va sottolineato che la notevole variabilità riportata nella frequenza del disturbo è attribuibile anche alle differenti metodologie con cui viene definita l’eiaculazione precoce, basate sull’impiego di questionari, diari e valutazioni soggettive dei singoli specialisti in disturbi sessuali. Nonostante l’eterogeneità nelle cifre, la diffusione dell’eiaculazione precoce è comunque rilevante, anche se il numero di uomini che ricerca un trattamento resta molto basso e ciò riflette l’imbarazzo e la stigmatizzazione percepiti in tale condizione clinica.

 

FONTE

Kalejaive O et al. F1000Res 2017; 6: 2084. doi: 10.12688/f1000research.12150.1.

Xia Y et al. Medicine 2016; 95 : 35 (e4620).


eiaculazione precoce dialogo con il medico

La circoncisione non favorisce l’eiaculazione precoce

La circoncisione, pratica molto diffusa nel mondo, non ha alcun effetto sulla probabilità di soffrire o meno di eiaculazione precoce nè rende più difficoltoso raggiungere l'orgasmo

SCOPRI DI PIù >
eiaculazione precoce dialogo con il medico

L’attività fisica fa bene anche all’eiaculazione precoce

L’attività fisica moderata ha effetti positivi sull’eiaculazione precoce, grazie al miglioramento delle condizioni generali di salute e del controllo nervoso da parte del cervello

SCOPRI DI PIù >
eiaculazione precoce dialogo con il medico

L’obesità favorisce l’eiaculazione precoce

Negli uomini obesi si osserva una frequenza più elevata di eiaculazione precoce, indicando che l’obesità eserciti effetti negativi anche sulla salute sessuale

SCOPRI DI PIù >
VEDI TUTTE

Centro Preferenze Privacy

GDPR

Cookie collegati al Regolamento Europeo per la protezione dei dati Personali (GDPR).
Questi cookies tengono traccia delle preferenze sulla Protezione dei dati degli utenti non registrati al sito.

gdpr[allow_cookies],gdpr[consent_typ]

LOCAL STORAGE

Cookie Local Storage per memorizzare dati della sessione di navigazione sul computer dell'utente per velocizzare la navigazione. I dati vengono eliminati al termine della sessione.

Local Storage

GOOGLE

Google.
Sono cookies necessari per conoscere le statistiche di accesso al sito e gestire la promozione commerciale sulla rete di ricerca e banner di google.

_ga: cookie che consente di distinguere i dispositivi, tenere statistiche degli accessi e poi identificare il dispositivo che ha il cookie installato anche in altri siti web per proporre pubblicità in target con gli interessi di navigazione (remarketing)

Durata se non cancellato manualmente: 26 mesi

_gid: cookie che consente di distinguere gli utenti
Durata se non cancellato manualmente: 24 ore

_gat: cookie che consente di sapere il numero di richieste al sito. Durata se non cancellato manualmente: 1 minuto

_ga,_gid,_gat

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?