L’eiaculazione precoce si associa a una peggiore qualità dello sperma

Nei maschi di coppie con problemi d’infertilità i disturbi sessuali come l’eiaculazione precoce e la disfunzione erettile si associano a un peggioramento della qualità dello sperma

Nelle coppie con problemi d’infertilità i maschi con disturbi sessuali come l’eiaculazione precoce e la disfunzione erettile presentano alterazioni importanti dello sperma. Come noto, le alterazioni dello sperma e un peggioramento della sua qualità sono i motivi alla base dei problemi d’infertilità maschile. Considerato che i disturbi sessuali sono molto frequenti tra i soggetti maschi in età riproduttiva ma che raramente sono la causa diretta d’infertilità, la comunità medica si è posta spesso l’interrogativo del ruolo e dell’impatto dei problemi sessuali – come l’eiaculazione precoce e la disfunzione erettile – nell’infertilità.

Alcuni studi preliminari avevano segnalato che l’eiaculazione precoce era documentabile in circa il 16% degli uomini affetti da infertilità, senza però affrontare in dettaglio il rapporto che lega questo disturbo sessuale con l’infertilità stessa. Proprio per questo motivo uno studio si è posto l’obiettivo d’indagare se i disturbi sessuali fossero in qualche modo associati ad anomalie dello sperma nelle coppie con problemi d’infertilità e, in particolare, se l’eiaculazione precoce e la disfunzione erettile fossero correlati ad un peggioramento della qualità dello sperma, causa alla base dell’infertilità maschile.

In questo studio sono stati presi in esame 448 maschi di coppie con problemi d’infertilità che sono stati confrontati con 74 uomini fertili (utilizzati come gruppo di controllo); questi soggetti che hanno partecipato allo studio sono stati sottoposti a visite mediche, ad esami del sangue e clinici (ecografie) e ad analisi del loro sperma. Da questo studio si è evidenziato che negli uomini appartenenti alle coppie con problemi d’infertilità, il 21,4% presentava un’alterazione importante dello sperma chiamata azoospermia, che consiste nell’assenza completa di spermatozoi; il 54,6% di essi mostrava altre anomalie dello sperma e nel 24% lo sperma risultava normale.

Questi dati confermano quindi che alla base dell’infertilità maschile vi sono anomalie qualitative dello sperma; approfondendo però se fossero eventualmente presenti i disturbi sessuali di cui soffrivano eventualmente questi uomini con alterazioni dello sperma è emerso che essi manifestavano una frequenza notevolmente più elevata di eiaculazione precoce e di disfunzione erettile in confronto ai soggetti fertili (gruppo di controllo): in particolare, l’eiaculazione precoce era presente nel 13% degli uomini con problemi d’infertilità contro il 4% dei maschi fertili, mentre la disfunzione erettile era osservabile nel 18,3% dei maschi non fertili ma in nessuno del gruppo di uomini fertili. Gli uomini con azoospermia, in particolare, mostravano la frequenza più elevata di eiaculazione precoce, oltre che desiderio sessuale più basso e orgasmo insoddisfacente; questi soggetti presentavano anche il peggior grado di disfunzione erettile e di salute generale. I disturbi sessuali erano inoltre accompagnati da sintomi psicologici.

Questo studio è molto importante perché fornisce nuove informazioni in tema di problemi d’infertilità: in particolare i dati di questa ricerca indicano che nei maschi di coppie con problemi d’infertilità, i disturbi sessuali come eiaculazione precoce e disfunzione erettile sono associati ad una peggiore qualità dello sperma.  In particolare, i maschi con alterazioni dello sperma tipo l’azoospermia mostrano una maggiore frequenza di problemi di eiaculazione precoce e di qualità orgasmo insoddisfacente, oltre al peggior grado di disfunzione erettile: tutte problematiche, queste, riconducibili ai sintomi psicopatologici – come l’ansia – che accompagnano i disturbi sessuali e della fertilità.

 

Lotti F et al. Hum Reprod 2016; 31 (12): 2668-2680.


eiaculazione precoce dialogo con il medico

La circoncisione non favorisce l’eiaculazione precoce

La circoncisione, pratica molto diffusa nel mondo, non ha alcun effetto sulla probabilità di soffrire o meno di eiaculazione precoce nè rende più difficoltoso raggiungere l'orgasmo

SCOPRI DI PIù >
eiaculazione precoce dialogo con il medico

L’attività fisica fa bene anche all’eiaculazione precoce

L’attività fisica moderata ha effetti positivi sull’eiaculazione precoce, grazie al miglioramento delle condizioni generali di salute e del controllo nervoso da parte del cervello

SCOPRI DI PIù >
eiaculazione precoce dialogo con il medico

L’obesità favorisce l’eiaculazione precoce

Negli uomini obesi si osserva una frequenza più elevata di eiaculazione precoce, indicando che l’obesità eserciti effetti negativi anche sulla salute sessuale

SCOPRI DI PIù >
VEDI TUTTE

Centro Preferenze Privacy

GDPR

Cookie collegati al Regolamento Europeo per la protezione dei dati Personali (GDPR).
Questi cookies tengono traccia delle preferenze sulla Protezione dei dati degli utenti non registrati al sito.

gdpr[allow_cookies],gdpr[consent_typ]

LOCAL STORAGE

Cookie Local Storage per memorizzare dati della sessione di navigazione sul computer dell'utente per velocizzare la navigazione. I dati vengono eliminati al termine della sessione.

Local Storage

GOOGLE

Google.
Sono cookies necessari per conoscere le statistiche di accesso al sito e gestire la promozione commerciale sulla rete di ricerca e banner di google.

_ga: cookie che consente di distinguere i dispositivi, tenere statistiche degli accessi e poi identificare il dispositivo che ha il cookie installato anche in altri siti web per proporre pubblicità in target con gli interessi di navigazione (remarketing)

Durata se non cancellato manualmente: 26 mesi

_gid: cookie che consente di distinguere gli utenti
Durata se non cancellato manualmente: 24 ore

_gat: cookie che consente di sapere il numero di richieste al sito. Durata se non cancellato manualmente: 1 minuto

_ga,_gid,_gat

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?