L’obesità favorisce l’eiaculazione precoce

Negli uomini obesi si osserva una frequenza più elevata di eiaculazione precoce, indicando che l’obesità eserciti effetti negativi anche sulla salute sessuale.

L’obesità si associa ad eiaculazione precoce, un disturbo caratterizzato dal raggiungimento precoce dell’orgasmo con ripercussioni negative a livello psicologico e sulla vita di coppia. Questo è il risultato emerso da uno studio recente che dimostra come – tra gli uomini obesi – sia più frequente la problematica dell’eiaculazione precoce.

Il già cospicuo elenco di “danni” dell’obesità sulla salute quindi si allunga arrivando ad includere, oltre ai noti e seri problemi cardiovascolari, anche disturbi sulla vita sessuale dei maschi.

Che gli stili di vita delle persone – ossia cosa mangiano, se conducono una vita sedentaria o attiva, se fumano, ecc. – influenzino notevolmente la salute generale è ormai un dato noto a tutti ed è una delle scoperte più interessanti e importanti di quest’ultimo ventennio. Varie evidenze scientifiche hanno ben documentato che seguire una dieta mediterranea
ricca di frutta, verdura, pasta, olio di oliva e pesce, praticare sport ed attività fisiche, non fumare, nonché controllare il peso corporeo riduce il rischio di andare incontro a malattie cardiovascolari, come infarti ed ictus, malattie neurodegenerative e tumori.

Nonostante questa consapevolezza collettiva, l’obesità è diventata paradossalmente uno dei problemi di salute pubblica più rilevanti ai nostri giorni a livello mondiale. Basti pensare che secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, la diffusione mondiale dell’obesità è raddoppiata dal 1980 ad oggi; nel 2008 si contavano oltre 1,4 miliardi di adulti in sovrappeso (il 35% della popolazione mondiale), di cui oltre 200 milioni di uomini e oltre 300 milioni di donne erano obesi.

Alla luce della sua elevata diffusione e delle sue conseguenze sulla salute generale, l’obesità desta molta preoccupazione a livello sanitario e medico; ora poi i risultati del succitato studio aggiungono un motivo in più per combatterla perdendo peso. Lo studio ha coinvolto 300 uomini di età intorno ai 50 anni, di cui 182 erano affetti da sindrome metabolica, una situazione clinica in cui l’obesità è accompagnata da pressione alta, diabete e livelli elevati di colesterolo. Ebbene: è stato osservato che l’eiaculazione precoce era 4,5 volte più frequente negli uomini obesi con sindrome metabolica (35,2%) rispetto ai maschi normopeso e senza sindrome metabolica (7,6%). Gli uomini con eiaculazione precoce presentavano inoltre livelli più elevati di glicemia a digiuno e di valori massimi di pressione sanguigna, oltre a soffrire di disfunzione erettile.

I risultati di questo studio suggeriscono da un lato che perdere peso, modificando i propri stili di vita, aiuta a prevenire l’eiaculazione precoce o contribuisce a migliorare questo disturbo sessuale per chi già ne soffre; dall’altro suggeriscono che il medico prenda in seria considerazione la possibilità che un paziente obeso e con sindrome metabolica possa essere affetto da eiaculazione precoce. In considerazione della reticenza e dell’imbarazzo di molti pazienti a parlarne, il medico dovrebbe quindi approfondire l’eventuale presenza della problematica e – se esistente – informarlo sulle soluzioni disponibili per trattare il disturbo oltre ad incoraggiarlo a perdere peso per ottenere benefici sulla salute generale, inclusa quella sessuale.

 

http://www.salute.gov.it/portale/salute/p1_5.jsp?id=175&area=Malattie_endocrine_e_metaboliche

Mosli HA et al. Res Rep Urol 2013; 5: 91-97.

Salama N et al. Aging Male 2017; 20 (2): 89-95.


eiaculazione precoce dialogo con il medico

La circoncisione non favorisce l’eiaculazione precoce

La circoncisione, pratica molto diffusa nel mondo, non ha alcun effetto sulla probabilità di soffrire o meno di eiaculazione precoce nè rende più difficoltoso raggiungere l'orgasmo

SCOPRI DI PIù >
eiaculazione precoce dialogo con il medico

L’attività fisica fa bene anche all’eiaculazione precoce

L’attività fisica moderata ha effetti positivi sull’eiaculazione precoce, grazie al miglioramento delle condizioni generali di salute e del controllo nervoso da parte del cervello

SCOPRI DI PIù >
eiaculazione precoce dialogo con il medico

Eiaculazione precoce: quanto colpisce?

L'eiaculazione precoce è un disturbo sessuale diffuso che interessa il 20-40% degli uomini. I dati sulla frequenza del problema mostrano una certa variabilità legata a difformità nella definizione clinica del disturbo

SCOPRI DI PIù >
VEDI TUTTE

Centro Preferenze Privacy

GDPR

Cookie collegati al Regolamento Europeo per la protezione dei dati Personali (GDPR).
Questi cookies tengono traccia delle preferenze sulla Protezione dei dati degli utenti non registrati al sito.

gdpr[allow_cookies],gdpr[consent_typ]

LOCAL STORAGE

Cookie Local Storage per memorizzare dati della sessione di navigazione sul computer dell'utente per velocizzare la navigazione. I dati vengono eliminati al termine della sessione.

Local Storage

GOOGLE

Google.
Sono cookies necessari per conoscere le statistiche di accesso al sito e gestire la promozione commerciale sulla rete di ricerca e banner di google.

_ga: cookie che consente di distinguere i dispositivi, tenere statistiche degli accessi e poi identificare il dispositivo che ha il cookie installato anche in altri siti web per proporre pubblicità in target con gli interessi di navigazione (remarketing)

Durata se non cancellato manualmente: 26 mesi

_gid: cookie che consente di distinguere gli utenti
Durata se non cancellato manualmente: 24 ore

_gat: cookie che consente di sapere il numero di richieste al sito. Durata se non cancellato manualmente: 1 minuto

_ga,_gid,_gat

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?